Agrifoglio commestibile

By
4631

b2ap3_thumbnail_IMG_20151120_142135_hdr_wm.jpg

 

Ho colto l’agrifoglio per augurarvi un sereno inizio delle feste.

 

Amo l’attesa che precede il Natale e tutti quei riti che ogni anno tornano e fanno riaffiorare la magia. Della serie il natale in famiglia non si tocca, proprio no!

Una cosa è certa: non esistono più i tranquilli pomeriggi casalinghi di una volta. Più le figliole crescono e più crescono gli impegni e finisci col trovarti incastrato fra tombolate e recite, canti natalizi e prime zeppolate.

Nonostante il tour de force di questi giorni siamo riusciti ad accendere le nostre quattro candeline dell’avvento e a rivolgere un pensiero a Gesù bambino che verrà.

 

b2ap3_thumbnail_020_wm.jpg

 

 

Anche le lettere a Santa Klaus sono pronte, in attesa che passi l’elfo a ritirarle. E speriamo che Babbo Natale risponda all’ultimatum di Benedetta: farsi vedere mentre scende dal caminetto oppure firmare la ricevuta ehm… non fiscale che ha allegato alla letterina e depositarla sotto l’albero… grazie!

 

b2ap3_thumbnail_IMG_20151221_151429.jpg

 

 

Domani scriveremo, anzi scriveranno/disegneranno/coloreranno i biglietti di auguri per le persone care che vivono lontano e non trascorreranno con noi le feste. Siamo in ritardassimo, confidiamo nel portalettere o al massimo ci penserà una certa vecchina sulla scopa.

Dobbiamo ancora trovare la ricetta giusta per i biscotti di natale… quelli di grano saraceno li abbiamo bocciati perché eccessivamente light per Babbo Natale golosone.

 

b2ap3_thumbnail_IMG_20141218_153904.jpg

E poi comincerò a pensare ad un piatto nuovo da cucinare e decorare con le mie foglie di agrifoglio ai pomodorini e spinaci. Quella di oggi più che una ricetta è un’ insolito suggerimento… perché non decorare le portate natalizie con questa pianta beneaugurante in versione commestibile?

b2ap3_thumbnail_054.JPG

La leggenda narra che in Irlanda durante le festività natalizie, fosse l’unica pianta che anche le famiglie più povere potessero permettersi per decorare le proprie abitazioni. Essendo un sempreverde nel linguaggio delle piante è simbolo di eternità, in Germania è un portafortuna contro lampi e tuoni.

Negli anni, da simbolo pagano usato per scacciare gli spiriti maligni, si è trasformato in un simbolo cristiano: la struttura delle foglie ricorda la corona di spine di Gesù Cristo e i frutti rossi il suo sangue.

E allora… buone feste!

Vi aspetto a Natale con la rubrica “cibo e parola” sono curiosa anch’io di leggere cos’ha da dirci Maria … e cosa ci sarà nel piatto?!?

 

 

b2ap3_thumbnail_IMG_20151120_094144.jpg

 OCCORRENTE PER REALIZZARE IL PIATTO:

FOGLIE DI SPINACI, FOGLIE DI FORMAGGIO, POMODORINI CILIEGIA, 2 FETTE DI PANE opportunamente ritagliate (per l'uccellino).

 

 RICETTA FOGLIE DI SPINACI:

350G spinaci surgelati; 3 uova; 3 cucchiai di parmigiano grattugiato;noce moscata e sale.

Lessa gli spinaci in acqua salata, scolali e strizzali. Tritali grossolanamente con un coltello, aggiungi il formaggio grattugiato, la noce moscata, i tuorli delle uova e amalgama delicatamente il composto. Aggiungi infine gli albumi montati a neve. Stendi l'impasto su una teglia foderata con carta forno mantenendo uno spessore di mezzo centimetro. Inforna a 180° per 15 minuti circa.

Ultima modifica il
Vota:
Taggato in: Natale

Commenti

  • anthias73@gmail.com Giovedì, 31 Dicembre 2015

    Bellissimo!! Complimenti...l'unico appunto che posso fare è che la specie di uccello non è autoctona!!...

Lascia il tuo commento

Ospite Martedì, 26 Marzo 2019