Gennaio con gli orsetti sognatori

By
301

b2ap3_thumbnail_20181116_113002_wm.jpg

“I sogni son desideri” diceva la Cenerentola della Disney.

Ed è così che voglio cominciare il nuovo anno, con  biscotti che siano beneauguranti. Orsetti capaci di sognare possono cambiare il mondo. Ci vuole impegno altrimenti il mondo non sarà diverso. E' una sfida. Solo chi riesce a "fondarsi sulle stelle" può trovare lo slancio per modificare l’avvenire, per realizzare i desideri.

b2ap3_thumbnail__MG_3086_wm.jpg

Questo è l’augurio che mi faccio e vi faccio con le parole di un giovane poeta che amo.

“Nessun di noi si sottrae al rito delle stelle cadenti, perché almeno una notte ogni trecentosessantacinque tutti vogliono sentirsi parte di una storia infinita, nella quale al cadere di una stella si leva un desiderio, come se i nostri sogni fossero collegati con i movimenti dell’universo secondo una logica perfetta. Gli antichi, infatti, dicevano che se le stelle non determinano i fatti della vita almeno li influenzano. In quell’istante, immersi nel buio che copre il brutto vizio di non sentirci all’altezza della vita, siamo finalmente titolati a esprimere nel silenzio del nostro cuore ciò che per noi più conta, ciò per cui desideriamo vivere. Quella scia silenziosa di fuoco penetra attraverso i nostri occhi e con il suo ultimo sussulto di fiamma innesca le polveri inerti del nostro cuore, provocando un’esplosione ed espansione inedita.

In quel momento sentiamo di meritare la bellezza, proprio per la sua gratuità, e si fa strada in noi la fiducia che la vita quotidiana possa diventare il terreno fertile per coltivare i nostri desideri, perché fioriscano. Sono attimi che mi piace definire di “rapimento”, improvvise manifestazioni della parte più autentica di noi, quel che sappiamo di essere a prescindere da tutto: risultati scolastici, successi lavorativi, giudizi altrui e l’esercito minaccio sodi fatti che vorrebbero costringerci entro i confini della triste regione dei senza sogni. In una notte di stelle la parte più vera di noi cerca di farsi spazio, anche se spesso ci affrettiamo a convincerci che sia stato solo un gioco o un sogno “campato in aria”…

… la parte più vera di noi è una casa da poter abitare ovunque, con le fondamenta al contrario, appese a una stella, non cadente ma luminoso riferimento per la nostra navigazione nel mare della vita.” - L’arte di essere fragili- Alessandro D’Avenia

 

b2ap3_thumbnail_20181116_120602_wm.jpg

PASTA FROLLA SENZA GLUTINE

500g farina senza glutine (Mix per pasta frolla di alimenta 2000)

2 uova

150g zucchero

200g burro freddo

3 bustine di vanillina

1 fiala di aroma al limone

50g  di latte

20g  di cacao amaro in polvere

Disponi la farina a fontana sulla spianatoia e metti al centro lo zucchero, le uova, il burro e la vanillina e inizia ad impastare. Dopodiché aggiungi il latte e l’aroma. Impasta fino a formare un composto omogeneo.

Preleva metà dell'impasto e aggiungi il cacao.

Avvolgi i due impasti con della pellicola trasparente e riponili in frigo per mezz’ora circa.

Stendi l'impasto chiaro su carta forno aiutandoti con il mattarello e un foglio di pellicola sull’impasto. Ritaglia i biscotti, orsetti e stelle.

Procedi allo stesso modo con l’impasto scuro.

Disponi gli orsetti su una teglia coperta con carta forno e appoggia su ognuno una stella. Piega le braccia fino a toccare le stelle.

Inforna in forno caldo statico a 180°

per 12/15 minuti.

 

Con il bimby: impasta tutti gli ingredienti per un minuto a velocità spiga. Dividi il panetto a metà e aggiungi il cacao. 

b2ap3_thumbnail__MG_3091_wm.jpg

Ultima modifica il
Vota:
Taggato in: Orsetto senza glutine

Commenti

  • Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

Lascia il tuo commento

Ospite Sabato, 23 Febbraio 2019